Utopiae

Utopiae insulae figura Libellus vere aureus nec minus salutaris quam festivus de optimo reip[ublicæ] statu, deq[ue] noua Insula VtopiaLovanio, Thierry Martin,1516 New York, New York Public Library.
Antica illustrazione dell'isola di Utopia.
L'Utopìa, è un romanzo di Tommaso Moro (Thomas More) pubblicato in latino aulico nel 1516, in cui è descritto il viaggio immaginario di Raffaele Itlodeo (Raphael Hythlodaeus nell'originale) in una fittiziaisola-regno, abitata da una società ideale. La terra di Utopia è raffigurata come una mezza luna. A sinistra c'è la Fonte di Andry (in lingua utopica la fonte della vita, ma in realtà senza acqua, dal greco anidro). Il nome della città è Amaurotos (in greco amauros, evanescente). In alto c'è un palazzo dove vive il principe Ademos (a privativa + demos, senza popolo) il capo della città. A destra c'è la porta di Andry (la porta della vita). Thomas More, colui che ha coniato la parola 'Utopia'.Vi consiglio di acquistare una copia nella lingua che preferite e di leggerlo tutto d'un fiato. #buonalettura  
Commenti Per commentare devi accedere a MatrixS

Potrebbero interessarti